Vai al contenuto principale
Oggetto:

Antropologia biologica per i Beni Culturali

Oggetto:

Biological Anthropology for cultural heritage

Oggetto:

Anno accademico 2024/2025

Codice attività didattica
SVB0257
Docente
Rosa Boano
Corso di studio
[f008-c508] LM in Biologia dell'Ambiente (Classe LM-06)
Anno
2° anno
Periodo
I semestre
Tipologia
Affine o integrativo
Crediti/Valenza
6
SSD attività didattica
BIO/08 - antropologia
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Facoltativa
Tipologia esame
Orale
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

L'insegnamento concorre alla realizzazione degli obiettivi formativi della LM in Biologia dell’ambiente (curriculum Beni Culturali) fornendo una solida base teorica e pratica su tematiche inerenti le interazioni umane con l'ambiente, nel corso del tempo. In particolare, l'insegnamento avvicina gli studenti e le studentesse alle tematiche proprie dell'Archivio antropologico del passato, ossia alla lettura delle tracce fisiche dell'umanità del passato che emergono durante gli scavi archeologici. In particolare l'insegnamento si propone di:

  • fornire le conoscenze antropologiche di base circa la storia biologica e culturale di Homo sapiens e delle relazioni con l’ambiente naturale e culturale;
  • introdurre il tema dell’archivio antropologico per accompagnare studenti e studentesse verso una comprensione consapevole ed etica dei resti umani antichi in quanto testimonianza diretta dell’umanità del passato ed espressione della biodiversità umana in relazione agli ambienti di vita del passato;
  • introdurre il tema della tafonomia dei resti umani per fornire una generale comprensione dei processi che intervengono sui resti organici dal momento della morte fino alla loro scoperta, compresi i fenomeni diagenetici (biotici e abiotici);
  • illustrare le principali procedure per il recupero sullo scavo archeologico, le modalità di movimentazione e di immagazzinamento, la pulizia in laboratorio, lo studio, la documentazione e la catalogazione dei resti umani antichi;
  • affrontare tematiche di natura etica relative alla conservazione ed esposizione museale dei corpi umani antichi.

 

The teaching contributes to the achievement of the educational objectives of the LM in Environmental Biology (Cultural Heritage curriculum) by providing a solid theoretical and practical basis on issues concerning human interactions with the environment over time. In particular, teaching brings students closer to the themes of the anthropological archive of the past, i.e. the reading of the physical traces of past humanity that emerge during archaeological excavations. In particular, the teaching aims to:

  • provide the basic anthropological knowledge about the biological and cultural history of Homo sapiens and their relations with the natural and cultural environment; 
  • introduce the theme of the anthropological archive to accompany students towards a conscious and ethical understanding of ancient human remains as direct evidence of past humanity and expression of human biodiversity in relation to past living environments; 
  • introduce the topic of the taphonomy of human remains to provide a general understanding of the processes involved in organic remains from the time of death to their discovery, including diagenetic (biotic and abiotic) phenomena; 
  • illustrate the main procedures for archaeological excavation recovery, handling and storage, laboratory cleaning, study, documentation and cataloguing of ancient human remains;
  • address ethical issues related to the preservation and museum display of ancient human bodies.
Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE

Al termine dell'insegnamento, le studentesse e gli studenti dovranno dimostrare di avere acquisito: 

  • competenze teoriche in merito alla storia biologica e culturale di Homo sapiens;
  • conoscenze teoriche e pratiche in merito al ruolo dei resti umani nell’ambito degli studi sull’ambiente del passato;
  • capacità di operare in modo etico e consapevole nell’ambito dell’archivio antropologico;
  • conoscenze volte all’identificazione generica dei resti umani antichi e alla valutazione dello stato di conservazione e deterioramento delle superfici a livello macroscopico;
  • conoscenze teoriche e pratiche in merito alle principali metodologie antropologiche per il recupero e lo studio dei reperti umani antichi;
  • capacità di applicare le principali tecniche di analisi in uso in laboratorio;
  • capacità di valutazione critica circa le problematiche provenienti dallo studio e dall’ esposizione museale dei reperti umani antichi.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE

Grazie alle competenze acquisite gli studenti e le studentesse potranno elaborare strategie di conservazione e gestione dei reperti umani antichi dimostrando opportune competenze antropologiche nel loro studio, conservazione ed esposizione museale. Dovranno dimostrare, inoltre, di saper valorizzare queste conoscenze nei percorsi museali. 

AUTONOMIA DI GIUDIZIO
Al termine dell’insegnamento le studentesse e gli studenti saranno in grado di raccogliere, organizzare e interpretare dati relativi allo studio dei resti umani e all’analisi del loro stato di conservazione o deterioramento per organizzare piani di monitoraggio nei diversi ambienti di deposito. Sapranno anche pianificare percorsi narrativi museali sulla base della tipologia di reperto indagato.

ABILITÀ COMUNICATIVE
Al termine dell’insegnamento gli studenti e le studentesse dovranno dimostrare di essere in possesso della terminologia scientifica appropriata. 

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO

Al termine dell’insegnamento le studentesse e gli studenti avranno avuto modo di avviare un confronto con la letteratura scientifica di settore  e acquisito gli strumenti cognitivi per futuri approfondimenti in piena autonomia su tematiche interdisciplinari che comprendono  l’antropologia biologica, l’osteoarcheologia umana, l’archeotanatologia, la tafonomia e la museologia scientifica. 

KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING

At the end of the teaching, students will have to demonstrate that they have acquired:

  • theoretical knowledge of the biological and cultural history of Homo sapiens;
  • theoretical and practical knowledge regarding the role of human remains in the context of studies on the environment of the past;
  • ability to operate ethically and consciously within the anthropological archive;
  • theoretical and practical knowledge of the generic identification of ancient human remains
  • theoretical and practical knowledge regarding the state of preservation and deterioration of surfaces at the macroscopic level;
  • theoretical and practical knowledge of the main anthropological methodologies for the recovery and study of ancient human remains;
  • ability to apply the main analysis techniques in use in the laboratory;
  • ability to critically evaluate issues arising from the study and museum display of ancient human artefacts.

APPLYING KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING
Thanks to the skills acquired, students will be able to develop strategies for the conservation and management of ancient human artefacts, demonstrating appropriate anthropological skills in their study, conservation and museum display. They will also have to demonstrate the ability to exploit this knowledge in museum itineraries.

INDEPENDENT JUDGEMENT
At the end of the tesching, students will be able to collect, organise and interpret data relating to the study of human remains and the analysis of their state of preservation or deterioration in order to organise monitoring plans in different storage environments. They will also be able to plan museum narrative paths on the basis of the type of artefact investigated.

COMMUNICATION SKILLS
At the end of the course, students are expected to demonstrate that they possess the appropriate scientific terminology.

LEARNING SKILLS
By the end of the teaching students will have been able to engage in a comparison with the scientific literature of the sector and will have acquired the cognitive tools for future in-depth studies in full autonomy on interdisciplinary topics including biological anthropology, human osteoarchaeology, archaeoanthropology, taphonomy and scientific museology.

 

Oggetto:

Programma


Cenni sull'evoluzione biologica e culturale di Homo sapiens; sviluppo e diffusione della cultura materiale; strategie di sussistenza. Lo scheletro umano come elemento chiave nello studio sincronico e diacronico della variabilità umana e dell’adattamento all’ambiente naturale e culturale. Le collezioni di resti umani del passato e il concetto di archivio antropologico: significato e prospettive future. Aspetti legislativi. Tafonomia dei resti umani: alterazioni naturali e culturali; elementi di tanatologia e archeo-tanatologia. Il recupero dei resti umani dagli scavi archeologici. Identificazione umano-non umano. Pulizia e ricomposizione dello scheletro. Valutazione degli effetti macroscopici del seppellimento sulla conservazione dei resti ossei; riconoscimento delle modificazioni peri o post-mortem sulle ossa (cut marks, abrasione, azione del fuoco, esposizione agli agenti atmosferici, alle piante, agli animali) e valutazioni critiche sull'ambiente di deposizione. Identificazione delle lesioni ante mortem . Analisi antropologica dello scheletro e studio dei fattori di variazione in condizioni fisiologiche (sesso, età biologica di morte, caratteri individuali) e patologiche (lesioni ossee e dentarie). Valutazioni critiche su malattia e ambiente di vita. Piani di monitoraggio e movimentazione dei resti umani nei musei e nei depositi. Collezioni antropologiche ed esposizione dei resti umani nei musei.


A brief outline of the biological and cultural evolution of Homo sapiens; development and spread of material culture; subsistence strategies. The human skeleton as a key element in the synchronic and diachronic study of human variability and adaptation to the natural and cultural environment. Collections of human remains from the past and the concept of the anthropological archive: significance and future prospects. Legislative aspects. Taphonomy of human remains: natural and cultural alterations; elements of thanatology and archaeo-tanatology. The recovery of human remains from archaeological excavations. Human-non-human identification. Cleaning and recomposition of the skeletons. Evaluation of the macroscopic effects of burial on the preservation of bone remains; recognition of peri- or post-mortem modifications on bones (cut marks, abrasion, fire action, exposure to weathering, plants, animals) and critical evaluation of the deposition environment. Identification of ante-mortem injuries. Anthropological analysis of the skeleton and study of variation factors in physiological (sex, biological age of death, individual characters) and pathological (bone and dental lesions) conditions. Critical assessments of disease and living environment in the past. Monitoring and handling of human remains in museums and repositories. Anthropological collections and display of human remains in museums.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

In coerenza con gli obiettivi formativi dell’insegnamento, la didattica sarà organizzata in lezioni frontali in aula e in laboratorio. Sono previsti momenti di discussione critica degli argomenti trattati, analisi e discussione di casi studio presenti in laboratorio e/o tratti dalla letteratura.

Il materiale didattico presentato a lezione sarà a disposizione sulla piattaforma Moodle

Consistent with the teaching objectives, teaching will be organised in classroom and laboratory lectures. There will be opportunities for critical discussion of the topics covered, analysis and discussion of case studies in the laboratory and/or taken from the literature.

The teaching material presented in class will be available on the Moodle platform

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

La verifica consiste in un colloquio orale che prevede almeno due domande sugli argomenti trattati a lezione e la discussione critica di un articolo selezionato dalla letteratura. 

Il voto sarà espresso in trentesimi e l'esame si intende superato al raggiungimento del punteggio di 18/30

The examination consists of an oral interview involving at least two questions on the topics covered in the lecture and the critical discussion of an article selected from the literature.

The grade will be expressed in thirtieths and the examination will be considered passed if a mark of 18/30 is achieved.

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:


Durante le lezioni saranno caricati sulla piattaforma didattica articoli tematici obbligatori per la preparazione dell'esame


uring the lectures, compulsory thematic articles for exam preparation will be uploaded onto the teaching platform



Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 06/07/2024 12:59
Location: https://lmbiologia.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!