Conservazione dei vertebrati

 

Vertebrate conservation

 

Anno accademico 2018/2019

Codice attività didattica
SVB0128
Docente
Corso di studio
[f008-c508] LM in Biologia dell'Ambiente (Classe LM-06)
Anno
2° anno
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
6
SSD attività didattica
BIO/07 - ecologia
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Facoltativa
Tipologia esame
Orale
 
 

Obiettivi formativi

  • Italiano
  • English

L'insegnamento concorre alla realizzazione dell'obiettivo formativo del corso di studi in Biologia dell'Ambiente permettendo allo studente di acquisire le conoscenze sulla ecologia e conservazione dei vertebrati, sui fattori che minacciano la diversità animale e le strategie di conservazione.

Rafforzare i concetti di ambiente e specie minacciate.

Capire quali pressioni negative, naturali e di origine antropica, gravano sui vertebrati e sugli ambienti in cui vivono.

Acquisire capacità nel settore dell'ecologia avanzata, in particolare nel contesto della tutela della biodiversità animale, in modo da sviluppare competenze specifiche per poter portare avanti ricerche che comprendano il monitoraggio dei vertebrati, il monitoraggio ambientale e consulenze in campo ecologico e di biologia della conservazione.

 

Risultati dell'apprendimento attesi

  • Italiano
  • English

Al termine dell'insegnamento, lo studente dovrebbe possedere le seguenti conoscenze e capacità:

  • Conoscenza approfondita delle caratteristiche ecologiche dei vertebrati;
  • Conoscenza delle principali specie di vertebrati presenti in Italia;
  • Comprensione dei principali fattori di minaccia che agiscono sui vertebrati, quali perdita e frammentazione degli habitat, presenza di specie alloctone;
  • Comprensione e capacità di rielaborazione di concetti quali la conservazione delle specie, specie native e introdotte, interazioni specie-ambienti;
  • Saper comprendere e discutere criticamente le principali strategie nazionali e internazionali per la conservazione dei vertebrati;
  • Capacità di pianificare e attuare progetti di conservazione per i vertebrati;
  • Capacità di applicare in diversi campi lavorativi le conoscenze acquisite, in particolar modo in ambito faunistico, della gestione ambientale, della conservazione di specie e ambienti;
  • L'autonomia di giudizio sarà potenziata stimolando lo studente durante lo svolgimento del corso a intervenire con valutazioni critiche personali;
  • La struttura del corso dovrebbe consentire allo studente di saper comunicare le proprie conoscenze specifiche in modo chiaro e sufficientemente approfondito, apportando esempi concreti a supporto delle teorie o di concetti generali.

 

Programma

  • Italiano
  • English

PRINCIPI DI BIOLOGIA DELLA CONSERVAZIONE: Cos'è la biodiversità? Perché deve essere mantenuta? Che cosa dobbiamo proteggere?

IMPATTI: variazione nella distribuzione delle specie e nella loro abbondanza; frammentazione, trasformazione e distruzione degli habitat; prelievo eccessivo; specie introdotte invasive; cambiamenti climatici.

PESCI D'ACQUA DOLCE: una vita nell'acqua; zonazione dei fiumi; pesci italiani; lo status dei pesci europei; lo status dei pesci italiani; fattori di minaccia per i pesci in Europa; captazioni idriche, specie introdotte, dighe e produzione elettrica, inquinamento; la situazione in Italia; misure di conservazione; casi di studio: pesci e cormorani, l'introduzione del siluro.

ANFIBI: tra acqua e terra; anfibi italiani; lo status degli anfibi Europei; lo status degli anfibi italiani; fattori di minaccia per gli anfibi in Europa: perdita e degradazione degli habitat, captazioni idriche, malattie; la situazione in Italia; misure di conservazione; casi di studio: la gestione delle zone umide per gli anfibi.

RETTILI: rettili italiani; lo status dei rettili Europei; lo status dei rettili Italiani; fattori di minaccia per i rettili in Europa: perdita e degradazione degli habitat, prelievo eccessivo, persecuzione; la situazione in Italia; misure di conservazione; casi di studio: Emys orbicularis.

UCCELLI: uccelli italiani; lo status degli uccelli Europei; lo status degli uccelli italiani; fattori di minaccia per gli uccelli in Europa: caccia e collezione, intensificazione agricola e allevamenti, perdita e degrado degli ambienti, inquinamento, specie introdotte; la situazione in Italia; misure di conservazione; casi di studio: gli ardeidi nella Pianura Padana, la reintroduzione di Gypaetus barbatus.

MAMMIFERI: mammiferi italiani; lo status dei mammiferi Europei; lo status dei mammiferi italiani; fattori di minaccia per i mammiferi in Europa: perdita e degradazione degli habitat,  inquinamento, disturbo e persecuzione umana, specie introdotte; la situazione in Italia; misure di conservazione; casi di studio: la ricolonizzazione naturale del lupo, la reintroduzione dello stambecco, stiamo proteggendo la specie sbagliata? Muscardinus avellanarius vs. Eliomys quercinus; i chirotteri sono minacciati globalmente.

CONSERVAZIONE DEL PAESAGGIO: conservazione degli habitat; la perdita del suolo; intensificazione dell'agricoltura; casi di studio: la gestione degli habitat nella Pianura Padana: zone umide e boschi; ambienti alpini tra foreste e pascoli.

SPECIE INTRODOTTE INVASIVE: la seconda causa di perdita di biodiversità, la situazione in Europa, vettori, una strategia globale: prevenzione, allarme e risposta rapida, gestione, liste bianche e nere, valutazione del rischio, Regolamento Europeo 1143/2014 sulle specie aliene invasive.

 

Modalità di insegnamento

  • Italiano
  • English

Lezioni frontali e seminari (44 ore) più una esercitazione in campo di circa 8 ore (visita a progetti di conservazione in corso).

 

Modalità di verifica dell'apprendimento

  • Italiano
  • English

L'esame consiste in una prova orale che prevede la somministrazione di 3-5 domande e include anche la presentazione e la discussione di un articolo scientifico assegnato dal docente o scelto dallo studente in accordo con il docente. Le domande riguarderanno uno o più gruppi di vertebrati e uno o più fattori di minaccia. Le risposte, oltre a prevedere un inquadramento generale dell'argomento richiesto, dovranno preferibilmente essere integrate con esempi specifici, tra quelli illustrati durante il corso o portati dallo studente stesso. Le domande sono quindi finalizzate a verificare sia l'acquisizione dei concetti fondamentali che riguardano la conservazione dei vertebrati e sia la capacità dello studente di applicare a casi reali quanto appreso a livello generale.  

 

Attività di supporto

  • Italiano
  • English

 

Testi consigliati e bibliografia

  • Italiano
  • English

Articoli scientifici forniti dal docente e la seguente documentazione disponibile online:

  • Freyhof J., Brooks, E. 2011. European Red List of Freshwater Fishes. Luxembourg: Publications Office of the European Union. https://portals.iucn.org/library/sites/library/files/documents/RL-4-015.pdf
  • Zerunian S. 2003. Piano d'azione generale per la conservazione dei Pesci d'acqua dolce italiani. Quaderni di Conservazione della Natura, 17. Ministero dell'Ambiente e Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica. http://www.isprambiente.gov.it/contentfiles/00006700/6726-17-qcn-pesci-acqua.pdf
  • Zerunian S. 2004. Pesci delle acque interne d'Italia. Quaderni di Conservazione della Natura, 20. Ministero dell'Ambiente e Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica. http://www.minambiente.it/sites/default/files/archivio/biblioteca/qcn_20.pdf
  • Temple H.J., Cox N.A. 2009. European Red List of Amphibians. Luxembourg: Office for Official Publications of the European Communities. http://ec.europa.eu/environment/nature/conservation/species/redlist/downloads/European_amphibians.pdf
  • Cox N.A., Temple H.J. 2009. European Red List of Reptiles. Luxembourg: Office for Official Publications of the European Communities. http://ec.europa.eu/environment/nature/conservation/species/redlist/downloads/European_reptiles.pdf
  • BirdLife International 2015. European Red List of Birds. Luxembourg: Office for Official Publications of the European Communities. http://ec.europa.eu/environment/nature/conservation/species/redlist/downloads/European_birds.pdf
  • Temple H.J., Terry A. (Compilers). 2007. The Status and Distribution of European Mammals.
    Luxembourg: Office for Official Publications of the European Communities. http://ec.europa.eu/environment/nature/conservation/species/redlist/downloads/European_mammals.pdf
  • Rondinini C., Battistoni A., Peronace V., Teofli C. (compilatori). 2013. Lista Rossa IUCN dei Vertebrati Italiani. Comitato Italiano IUCN e Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Roma. http://www.iucn.it/pdf/Comitato_IUCN_Lista_Rossa_dei_vertebrati_italiani.pdf

Registrazione
  • Aperta
     
    Ultimo aggiornamento: 18/06/2018 10:12
    Campusnet Unito
    Non cliccare qui!