Vai al contenuto pricipale
Oggetto:
Oggetto:

Conservazione delle specie e delle comunità vegetali

Codice attività didattica
MFN0303A
Docente
Prof. Consolata Siniscalco
Crediti/Valenza
3 - TAF "B"
SSD attività didattica
BIO/03 - botanica ambientale e applicata
Tipologia unità didattica
modulo
Corso integrato
Conservazione biologica (non più attivato) (MFN0303)
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Programma

II° modulo
Richiami ai metodi di analisi della vegetazione. Fitosociologia, Tipificazione. Corine.
La dinamica della vegetazione: serie. successioni primarie e secondarie.
Conservazione e gestione degli habitat: dinamismo della vegetazione e gestione.
Gli habitat di interesse comunitario: praterie.
Gli habitat di interesse comunitario: arbusteti.
Gli habitat di interesse comunitario: boschi.
Gli habitat di interesse comunitario: torbiere e comunità palustri.
Gli habitat di interesse comunitario: gli habitat acquatici- aspetti vegetali.
Gli habitat di interesse comunitario: gli habitat ripari.
Gli habitat di interesse comunitario: ghiaioni e rocce.

Vegetation analysis: methods. Vegetation dynamics and management. EU Directive “Habitat” 92/43 : conservation and management. Habitats for the European Union:  shrubs and grasslands, forests, bogs and marshes, rocks, and screes.

Nel modulo di “Conservazione delle specie e delle comunità vegetali” vengono forniti agli studenti i concetti di base dell’individuazione degli ecosistemi terrestri sulla base della conoscenza delle comunità vegetali presenti. Inoltre  vogliono fornire conoscenze sui principali habitat prioritari e di interesse comunitario secondo la Direttiva Habitat 92/43/CEE anche in relazione ai loro rapporti con il dinamismo della vegetazione e con la gestione. Vengono messe in evidenza le ricadute dei diversi tipi di gestione ambientale sugli habitat, con particolare attenzione alla conservazione della biodiversità.

Pignatti S. (ed.), 1995 – Ecologia vegetale. UTET, Torino
Ferrari C., 2001 - Biodiversità: dall’analisi alla gestione. Zanichelli, Bologna.
Sindaco R., Mondino G.P., Selvaggi A., Ebone A., Della Beffa G. 2003 – Guida al riconoscimento di Ambienti e specie della Direttiva Habitat in Piemonte. Regione Piemonte.

Esame orale.

Non è richiesta nessuna propedeuticità.

La frequenza alle lezioni non è obbligatoria; la frequenza ai corsi di laboratorio ed alle attività di esercitazione relative ai corsi è obbligatoria e non può essere inferiore al 70% delle ore previste.

Registrazione
  • Aperta
    Oggetto:
    Ultimo aggiornamento: 23/07/2009 18:55
    Location: https://lmbiologia.campusnet.unito.it/robots.html
    Non cliccare qui!