Vai al contenuto pricipale
Oggetto:
Oggetto:

Fattori di rischio Chimici e Fisici

Oggetto:

Chemical and Physics Risk Factors

Oggetto:

Anno accademico 2018/2019

Codice dell'attività didattica
MFN1329
Docenti
Dott. Marco Giovanni Maria Destefanis
Prof. Maria Concetta Bruzzoniti
Corso di studi
[f008-c508] LM in Biologia dell'Ambiente (Classe LM-06)
Anno
1° anno
Periodo didattico
II semestre
Tipologia
Affine o integrativo
Crediti/Valenza
6
SSD dell'attività didattica
CHIM/12 - chimica dell'ambiente e dei beni culturali
FIS/07 - fisica applicata (a beni culturali, ambientali, biologia e medicina)
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Lezioni facoltative e esercitazioni obbligatorie
Tipologia d'esame
Orale
Prerequisiti
Nozioni di base del percorso triennale.
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

L'insegnamento "Fattori di rischio chimici e fisici" concorre alla realizzazione dell'obiettivo formativo del Corso di Studi in Biologia dell'Ambiente fornendo allo studente le basi teoriche per lo studio degli effetti sulla salute dei fattori di rischio chimici e fisici riscontrabili nell'ambiente di vita e di lavoro. Tale conoscenza rappresenta uno strumento per ulteriori approfondimenti metodologici e di conoscenza finalizzati all'applicazione delle principali tecniche di prevenzione primaria in campo ambientale e occupazionale.

The teaching "Chemical and Physics Risk Factors" contributes to the realization of the formative objectives of the Corso di Studi in Biologia dell'Ambiente , by providing to the
student the theoretical basis for the study of the chemical and physical risk factors in the lifw and working environments.
This knowledge is a necessary tool for further in depth methodological studies aimed at the application of the main primary prevention practices
both at environmental and occupational scale.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
Conoscenza delle proprietà chimico-fisiche delle sostanze e dei preparati chimici e dei rischi associati all’uso e/o all’esposizione. Comprensione dei contenuti delle schede informative in materia di sicurezza (scheda di sicurezza).
Conoscenza dei principi su cui si basano le vibrazioni. Capacità di identificare possibili danni da radiazioni non ionizzanti e ionizzanti e le loro interazioni con le entità biologiche. Conoscenza delle principali peculiarità delle onde acustiche. Comprensione degli aspetti dosimetrici legati alle radiazioni.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Le conoscenze acquisite in materia, insieme alle competenze fornite nell'ambito della legislazione nazionale ed europea in termini di registrazione, etichettatura dei composti chimici trovano applicazione nell'ambito occupazionale attraverso la conoscenza dei criteri per la valutazione del rischio chimico. Identificazione ed immediata comprensione di eventuali rischi fisici sui posti di lavoro.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO
Lo studente sarà in grado di impiegare le basi teoriche acquisite per una valutazione autonoma delle situazioni di rischio chimico e fisico riscontrabili nell’ambiente di vita e di lavoro.

ABILITÀ COMUNICATIVE

L'insegnamento intende fornire allo studente i mezzi per poter comunicare informazioni e competenze in merito al rischio chimico e fisico nonchè problemi e soluzioni a interlocutori specialisti e non.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO

Le conoscenze acquisite rappresentano uno strumento per ulteriori approfondimenti metodologici e di conoscenza finalizzati all’applicazione delle principali tecniche di prevenzione primaria in campo ambientale e occupazionale.

Modulo FATTORI DI RISCHIO CHIMICI
Capacità di comprensione dei rischi derivanti dall’uso e dall’esposizione
di sostanze e preparati chimici. Conoscenza delle proprietà chimicofisiche
di sostanze e preparati per la comprensione della tipologia dell’
interazione con l’organismo. Conoscenza della legislazione nazionale ed
europea in termini di registrazione, etichettatura dei composti chimici.
Aspetti normativi sull’analisi del rischio chimico ed approccio alla sua valutazione.

Modulo FATTORI DI RISCHIO FISICI
Conoscenza dei principi su cui si basano le vibrazioni. Capacità di
identificare possibili danni da radiazioni non ionizzanti e ionizzanti e le
loro interazioni con le entità biologiche. Conoscenza delle principali
peculiarità delle onde acustiche. Comprensione degli aspetti dosimetrici
legati alle radiazioni.

Competences on understanding the risks associated with the use and the
exposure to chemical substances and formulations.
Knowledges on the phisico-chemical properties of chemical substances
and formulations in order to understand the kind of interaction with
human body.
Competences in the national and European regulations in terms of
registration, classification and labelling of chemical compounds.
Competences in the regulations of risk analysis and in the main
approaches for risk evaluation.

Knowledge of the vibrations principles. Ability to identify the possible non
ionizing and ionizing radiation damages and their interaction with
biological entities. Knowledge of the main peculiarities of the acoustic
waves. Comprehension of the dosimetric aspects connected to the
radiations.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

L'insegnamento consiste di 48 ore di didattica frontale, così ripartite:

24 ore modulo di Fattori di Rischio Chimico

24 ore modulo di Fattori di Rischio Fisico

La frequenza alle lezioni non è obbligatoria, ma fortemente consigliata.

The teaching consists of 48 hours of frontal lectures, organized as follows:

24 hours module of Chemical Risk Factors

24 hours module of Physics Risk Faktors

The presence during the lectures is not mandatory, but it is strongly recommended.

 

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame si svolge, di norma, come segue: verifica orale, voto espresso in trentesimi.

Il candidato dovrà rispondere a domande volte alla verifica della sua effettiva preparazione e comprensione degli argomenti trattati. Il voto finale terrà conto della preparazione, della qualità dell'esposizione e dell'utilizzo di una terminologia appropriata ed adeguata ad un corso di laurea magistrale.

Examination will be performed by a colloquium, with grades expressed in thirtieth.

The candidate should answer to questions in order to verify its preparation and comprehension of the addressed topics. The final mark will take into account the preparation, the language quality, and the use of the proper terminology, adequate to the instruction level.

Oggetto:

Programma

Modulo Fattori di Rischio Chimico

Classificazione delle esposizioni agli agenti chimici ed espressione della concentrazione in funzione della tossicità. Trasformazioni chimiche (ossidazione, idrossilazione, riduzione, dealchilazione, idrolisi) delle sostanze tossiche all’interno dell’organismo. Reazioni chimiche coinvolte nella mutazioni genetiche. Esempi di sostanze chimiche ad effetto teratogeno, mutageno e cancerogeno di provenienza naturale ed antropica con esemplificazione dei meccanismi chimici di reazione coinvolti. Approcci alla valutazione dell’esposizione a metalli, ozono e inquinanti organici.

Il fenomeno del bioaccumulo: la bioconcentrazione e la biomagnificazione degli xenobiotici.

Le sostanze chimiche: elementi, composti organici, metallo-organici ed inorganici e loro origine; tipologia dell’interazione; metabolismo; tossicità in relazione al gruppo funzionale caratterizzante. Presenza, origine e modalità di diffusione tra aria-acqua-suolo di sostanze chimiche organiche pericolose per l’uomo.

Registrazione ed etichettatura delle sostanze chimiche secondo la legislazione vigente: REACH,  regolamento CLP (1272/2008).

Il rischio chimico: legislazione nazionale ed europea; sua valutazione attraverso le misure chimico-analitiche (definizione di strategie di campionamento e della bontà del dato analitico attraverso la misura dell’incertezza)
 

Modulo Fattori di Rischio Fisico

Richiami di cinematica ed elettromagnetismo.
Moti oscillatori e vibrazioni: principi su cui si basano e valutazione dei possibili rischi.
Onde elettromagnetiche: principi e classificazione e cenni di inquinamento elettromagnetico. Caratteristiche principali delle radiazioni ionizzanti e loro interazioni con la materia.
Onde acustiche: caratteristiche e discussione dell'effetto Doppler e  delle onde d'urto.
Cenni di dosimetria e funzionamento dei reattori nucleari.

 

Module of Chemical Risk Factors

Exposure classifications to chemical substances and limit values as a function of the toxicity. Chemical reactions (oxidation, hydroxylation, reduction, dealchilation, hydrolysis) of chemical species inside the human body. Chemical reactions involved in the mutagenic process. Examples of chemical species with teratogen, mutagenic and carcinogenic effects of natural and anthropic provenience, with elucidation of the chemical reactions involved. Approaches to the evaluation of the exposure to metals, ozone and organic pollutants. The bioaccumulation: bioconcentration and biomagnification of xenobiotics. Chemical substances: elements, organic, organometallic and inorganic compounds. Sources, interaction, metabolic processes and toxicity in relation to the characterizing chemical group. Presence, source and way of interactions among water-air-soil of dangerous organic chemical compounds. Registration and labelling of chemical substances according to current regulations (REACH and CLP 1272/2008)

Chemical risk: national and European legislation, evaluation through analytical chemical measurements (definition of sampling strategies and reliability of the analytical output through the measurement of the uncertainty).

 

Module of Physics Risk Factors

Hints of kinematic and electromagnetism.

Oscillatory motions and vibrations: their principles and possible risks evaluation.

Electromagnetic waves: classification, basic principles, and hints on electromagnetic pollution. Main features of ionizing radiations, and their interaction with the matter.

Acoustic waves: basic principles, and discussion of the Doppler effect, and of the shock waves.

Hints on dosimetry, and on operation principle of nuclear power plant.

Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

I testi base consigliati per l'insegnamento sono: dispense del docente.
E’ fortemente consigliato l’utilizzo del seguente materiale per approfondimenti e integrazioni:
C. Baird, M. Cann, Chimica ambientale, Zanichelli, 2006
S. E. Manahan, Chimica dell’ambiente, Piccin, 2000

P. Tipler et al., Corso di Fisica Vol I Meccanica Onde Termodinamica, ed. Zanichelli
S. Rosati, Fisica Generale, ed. Casa Editrice Ambrosiana
G. Piragino et al., Fisica Generale e Sperimentale, Vol II, ed. Piccin
B. Povh et al., Particelle e Nuclei, ed. Bollati Boringhieri
W.R. Leo, Techniques for Nuclear and Particle Physics Experiments, ed. Springer-Verlag

The didactical material is provided by the teacher.
For further in depth examination and/or integrations, students can refer
to:
C. Baird, M. Cann, Chimica ambientale, Zanichelli, 2006
S. E. Manahan, Chimica dell’ambiente, Piccin, 2000

P. Tipler et al., Corso di Fisica Vol I Meccanica Onde Termodinamica, ed.
Zanichelli
S. Rosati, Fisica Generale, ed. Casa Editrice Ambrosiana
G. Piragino et al., Fisica Generale e Sperimentale, Vol II, ed. Piccin
B. Povh et al., Particelle e Nuclei, ed. Bollati Boringhieri
W.R. Leo, Techniques for Nuclear and Particle Physics Experiments, ed.
Springer-Verlag

Oggetto:

Orario lezioni

Nota: Consultare la tabella degli orari pubblicata sull'apposita pagina.

Oggetto:

Note

Curriculum Igiene dell’ambiente e del lavoro

Oggetto:

Moduli didattici

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 18/06/2018 10:08
Non cliccare qui!