Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Sostanze e processi chimici dell’ambiente naturale e cause di alterazione

Docente
Prof. Enrico Prenesti
Crediti/Valenza
3 - "TAF C"
SSD attività didattica
CHIM/12 - chimica dell'ambiente e dei beni culturali
Tipologia unità didattica
modulo
Insegnamento integrato
Chimica dell'Ambiente (MFN0304)
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Programma

L’ambiente naturale: sostanze e processi. La rappresentazione modellistica dell’ambiente in comparti. Acqua: classificazione delle acque, composizione chimica di acque dolci e salate; chimica acquatica. Atmosfera: composizione chimica in funzione della quota; caratteristiche fisiche; principali reazioni chimiche e fotochimiche. Suolo: composizione chimica; rocce e minerali; fertilità chimica.
Cicli biogeochimici dei principali elementi. Meccanismi e comparti di produzione e di consumo. Organismi e catena alimentare. Fattori biotici e abiotici. Circolazione dei nutrienti e degli inquinanti nell’ambiente. Dinamiche di sostanze inquinanti nell’ambiente: persistenza, accumulo, bioaccumulo e biomagnificazione.

Alterazioni chimiche dell’ambiente. Acqua: natura e classi dei principali inquinanti; eutrofizzazione e cause. Atmosfera: inquinanti gassosi; smog fotochimico; piogge acide; effetto serra; particolato; distribuzione dello strato di ozono. Inquinanti primari e secondari. Suolo: rifiuti e inquinanti nel suolo; relazioni tra attività agricole (fertilizzanti e antiparassitari), alimenti, nutrienti e salute.



Natural environment: substances and processes. Environmental compartments modelling. Water: classification, composition of fresh and salty waters, aquatic chemistry. Atmosphere: composition, main chemical and photochemical reactions. Soil: composition, rocks and minerals, chemical fertility. Biogeochemical cycles; reservoir and fruition compartments. Biotical and non-biotical factors. Organisms and food chain. Circulation of nutrients and pollutants in the environment. Dynamics of substances in the environment: persistency, accumulation, bioaccumulation and bioamplification.

Chemical alterations of the environment. Water: main pollutants, eutrophication. Atmosphere: main gaseous pollutants, photochemical smog, serra effect, particulate matter, ozone distribution; primary and secondary pollutants. Soil: main pollutants and wastes, relationships among agricultural activities (pesticides and fertilizers), foods, nutrients and health.



Il corso intende sviluppare la sensibilità degli studenti verso i vari aspetti della chimica dell’ambiente fornendo le conoscenze delle dinamiche naturali delle sostanze ambientali e delle cause di alterazione ambientale nonché dei fondamenti delle analisi chimiche che permettono il monitoraggio e la tutela di un comparto ambientale. Si prevede l’acquisizione delle conoscenze chimiche di base sui singoli comparti ambientali, sulle dinamiche di trasferimento di sostanze tra i vari comparti, sui contributi antropogenici e sui fenomeni di accumulo e bioaccumulo delle sostanze. Il concetto di sviluppo sostenibile e sue implicazioni fornirà ai discenti gli strumenti necessari per una corretta valutazione delle varie attività contestualmente alle loro eventuali ricadute. L’apprendimento delle caratteristiche tossicologiche delle sostanze chimiche e della relativa normativa UE forniranno le capacità pratiche nella progettazione di azioni di intervento nel rispetto dell’ambiente ed una capacità di valutazione critica nell’acquisizione ed interpretazione di risultati. Infine la conoscenza dei processi analitici e di controllo ambientale forniranno le competenze necessarie alla pianificazione di azioni di monitoraggio ed intervento.



C. Baird, M. Cann, Chimica ambientale, Zanichelli, 2006
S. E. Manahan, Chimica dell’ambiente, Piccin, 2000

Infine sono di seguito indicati altri siti internet di interesse:
http://www.minambiente.it/

Colloquio orale.

Non è richiesta nessuna propedeuticità.

La frequenza alle lezioni non è obbligatoria; la frequenza ai corsi di laboratorio ed alle attività di esercitazione relative ai corsi è obbligatoria e non può essere inferiore al 70% delle ore previste.

 

Testi consigliati e bibliografia



Registrazione
  • Aperta
    Oggetto:
    Ultimo aggiornamento: 24/07/2009 10:39
    Non cliccare qui!