Sei in: Home > Corsi di insegnamento > Ergonomia in ambienti di vita e di lavoro
 
 

Ergonomia in ambienti di vita e di lavoro

 

Ergonomics in living and working environment

 

Anno accademico 2017/2018

Codice attività didattica
MFN1528
Docente
Corso di studio
[f008-c508] LM in Biologia dell'Ambiente (Classe LM-06)
Anno
1° anno
Periodo didattico
I semestre
Tipologia
Affine o integrativo
Crediti/Valenza
4
SSD attività didattica
BIO/08 - antropologia
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Lezioni facoltative e esercitazioni obbligatorie
Tipologia esame
Orale
Prerequisiti
Conoscenze generali sull'analisi della variabilità umana e sulle dinamiche biologico/culturali del rapporto uomo ambiente.
Propedeutico a
Non è richiesta nessuna propedeuticità.
 
 

Obiettivi formativi

Il corso intende fornire la base culturale e le conoscenze scientifiche inerenti l’Ergonomia in relazione al rapporto uomo-ambiente costruito finalizzato alla tutela della salute, del benessere e all’incremento della performance umana nei diversi contesti di vita e di lavoro. Si dovranno acquisire competenze sui requisiti ergonomici per la progettazione di sistemi uomo-macchina-ambiente artificiale che rispondano alle esigenze dei diversi tipi di utenti, rispettandone la variabilità, negli specifici contesti. L’attenzione si focalizzerà sull’importanza della centralità dell’uomo e sui principi dello user centred design. Verranno inoltre analizzati gli aspetti antropometrici e biomeccanici che occorre conoscere per poter contribuire alla progettazione di oggetti, servizi, ambienti e attività di vita e di lavoro che rispettino i limiti dell’uomo e ne potenzino le capacità operative. L’ergonomia contribuisce efficacemente alla salvaguardia del benessere con un’azione di tipo preventivo rivolta alla riduzione di alcuni rischi per la salute e dei possibili fattori di disconfort.

 

Risultati dell'apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
Aspetti delle caratteristiche di variabilità biometrica e biomeccanica dell'uomo. Aspetti della relazione uomo/ambiente costruito

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
Analisi della biodiversità. Metodologie statistiche e bioinformatiche. Gestione dati quantitativi. Capacità di suggerimenti progettuali migliorativi user centred.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO
Valutazione e interpretazione di dati sperimentali di ricerca quantitativa e qualitativa.

ABILITÀ COMUNICATIVE
Comunicazione in  lingua italiana e straniera (inglese)  scritta e orale. Elaborazione e presentazione dati

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
Consultazione di materiale bibliografico. Consultazione di banche dati e altre informazioni in rete.  Strumenti conoscitivi di base per l'aggiornamento continuo delle conoscenze

 

Programma

  • Programma
  • Programma inglese

Ergonomia in ambienti di vita e di lavoro

Introduzione alla disciplina. Caratteristiche dell'approccio ergonomico. La progettazione user centred. Cenni sulla normativa ergonomica. Analisi della variabilità antropometrica e biomeccanica e applicazioni alla progettazione ergonomica. Tecniche di analisi dell’attività (task analysis). Valutazione di aspetti posturali nelle attività di vita e di lavoro. Il sovraccarico biomeccanico. La valutazione del rischio per la salute nelle attività che implicano movimenti ripetuti o movimentazione manuale dei carichi. I sistemi uomo-macchina. Requisiti ergonomici dei dispositivi di informazione visiva, acustica e tattile. Esempi applicativi di analisi ergonomica di postazioni di lavoro, ambienti e attività in diversi contesti  di vita e di lavoro.

 


 

Modalità di insegnamento

  • italiano
  • english

 Lezioni della durata di 29 ore e 6 ore di esercitazioni in laboratorio (4 CFU).

 

Modalità di verifica dell'apprendimento

  • Italiano
  • english

Verifica orale spaziando su tutto il programma. L’esame consiste di almeno tre domande.  Ogni risposta viene valutata con un voto da 0 a 30 e la valutazione complessiva viene calcolata come media matematica.

Le domande effettuate oralmente verificano la capacità degli studenti di capire e comunicare concetti sia generali della disciplina sia specifici, tra cui gli aspetti analitici e metodologici.

 

 

Attività di supporto

Esemplificazioni ed esercitazioni teorico-pratiche per il rilevamento antropometrico e biomeccanico. Eventuale partecipazione a convegni-congressi, momenti di formazione, seminari anche esterni.

 

Testi consigliati e bibliografia

•    Fubini E. (2009) Ergonomia antropologica - La variabilità umana nelle interazioni uomo-sistemi tecnologici, vol. 1, Franco Angeli, Milano.
•    Fubini E. (2010). Ergonomia antropologica - Applicazione agli ambienti di lavoro e di vita, vol. 2, Franco Angeli, Milano.


E’ fortemente consigliato l’utilizzo del seguente materiale per approfondimenti e integrazioni:
Articoli della letteratura scientifica internazionale forniti dal docente. Testi di approfondimento suggeriti durante il corso.


Infine sono di seguito indicati altri siti internet di interesse:

http://www.epmresearch.org/index.php
http://www.epicentro.iss.it/
http://www.inail.it/
http://www.osha.gov/
http://www.societadiergonomia.it/
http://www.ergonomics.org.uk/
http://hfes.org/
http://ergo.human.cornell.edu/
http://www.lboro.ac.uk/departments/lds/

http://www.who.it

http://www.iotf.org

http://www.iaso.org

 

Orario lezioniV

Nota: Consultare la tabella degli orari pubblicata sull'apposita pagina.

Registrazione
  • Aperta
     
    Ultimo aggiornamento: 21/06/2017 10:56
    Campusnet Unito
    Non cliccare qui!